“Ristoranti Aperti”, “Cheftochef” e la Regione invitano ad andare a mangiare nei territori colpiti dal sisma, per gustare prodotti eccellenti e aiutare il ritorno alla normalità.

Sostenere anche nel 2013  i ristoratori e i produttori emiliani colpiti dal sisma. E’ questo l’obiettivo di “Ristoranti Aperti” l’iniziativa promossa da ‘'CheftoChef emiliaromagnacuochi”  (l’associazione di ristoratori ‘stellati’ della regione), alla quale dà il suo sostegno anche l’Assessorato regionale all’agricoltura.

 

 

L’iniziativa è stata presentata a Bologna da Massimo Bottura, chef dell’Osteria  Francescana di Modena e vicepresidente di ‘'CheftoChef emiliaromagnacuochi” e da Tiberio Rabboni, assessore regionale all’agricoltura.

 

L’invito è ad andare a visitare almeno una volta uno degli oltre 30 tra ristoranti e produttori in provincia di Bologna, Reggio Emilia,  Modena e Ferrara che, colpiti dal sisma, hanno ormai ripreso la loro attività e hanno aderito all’iniziativa. Un’occasione per gustare prodotti ed eccellenze del territorio, dare una aiuto concreto all’economia locale e, più in generale, sostenere la ripresa di una vita normale, fatta anche di convivialità, dopo la fase drammatica dell’emergenza.

 

Continua così l’impegno di “CheftoChef” a favore dei ristoranti colpiti dal terremoto, a partire dall’ospitalità offerta, già nei giorni immediatamente successivi al sisma.

 

All’iniziativa  hanno dato il patrocinio, oltre alla Regione: ANCI, UPI, Unioncamere e  hanno aderito associazioni (Slow Food, Confagricoltura, Acli, A.I.S., Il Lavoro Contadino), che organizzeranno incontri dedicati alla scoperta delle tipicità regionali presso i ristoranti e le aziende produttrici dell’area colpita.

 

Tutti coloro che vorranno recarsi almeno una volta in quell’area a testimoniare la loro solidarietà, troveranno un’accoglienza di qualità e di tipicità, conosceranno meglio le specialità enogastronomiche di quelle zone e potranno acquistare prodotti ai prezzi praticati in azienda.

 

Ai 20 ristoranti e ai 14 produttori che al momento hanno aderito a “Ristoranti Aperti” se ne potranno aggiungere anche altri che potranno inviare la propria disponibilità a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o contattando il tel. 329.3818160 (Alessio Malaguti).